CCIAA di Taranto
 
  
 


IMPORTI

Come già riportato nel capitolo SOGGETTI TENUTI AL PAGAMENTO il diritto annuale è dovuto in maniera diversa a seconda della tipologia di impresa:

  • le imprese individuali (indipendentemente dalla sezione di iscrizione) ed i soggetti iscritti solo nel R.E.A. (repertorio delle notizie economiche ed amministrative) pagano in "misura fissa";

  • tutti gli altri soggetti in "misura commisurata al fatturato" con unica eccezione: quella di alcuni soggetti quali le società semplici e le società di cui al D. Lgs. n. 96/2001 (società tra avvocati) che, in attesa di definire le modifiche regolamentari necessarie a stabilire la modalità di calcolo in base al fatturato, sono tenuti al pagamento del diritto annuale - in via transitoria - in misura predefinita.

Con nota circolare n. 0432856 del 21/12/2018 il Ministero dello Sviluppo Economico ha confermato quanto già disposto con decreto interministeriale 8 gennaio 2015 "Determinazione delle misure del diritto annuale dovuto per l'anno 2015 alle Camere di commercio" alla luce delle riduzioni della misura del diritto annuale stabilite dall'art.28 comma 1 del D.L. n. 90/2014 convertito con modificazioni nella legge n. 114/2014, ricordando che la riduzione percentuale stabilita a partire dall'anno 2017 è pari al 50 % rispetto a quanto previsto dagli articoli da 2 a 6 del D.M. 21/04/2011 "Determinazione delle misure del diritto annuale 2011" con l'aggiornamento dinamico di tutti i riferimenti e termini temporali e con le riduzioni percentuali previste per legge.

Ai sensi dell'art. 18 comma 10 della Legge n. 580/1993 e s.m.i. per il finanziamento di programmi e progetti presentati dalle Camere di commercio, condivisi con le Regioni ed aventi per scopo la promozione dello sviluppo economico e l'organizzazione di servizi alle imprese il Ministero dello Sviluppo Economico, valutata la rilevanza del programma o del progetto nel quadro delle politiche strategiche nazionali, può autorizzare l'aumento della misura del diritto annuale fino ad un massimo del 20%.

Gran parte delle Camere di commercio, fra cui anche quella di Taranto, sono state autorizzate dal Ministero dello Sviluppo Economico all'incremento percentuale del 20% delle misure del diritto annuale per il triennio 2017-2019 (con decreto del 22/05/2017 G.U. n. 149 del 28/06/2017).

Con successivo decreto del 2 marzo 2018 (G.U. n. 92 del 20/04/2018) tale autorizzazione ha riguardato - per il biennio 2018-2019 - altre 9 Camere di commercio.

Infine con D.M. 21 dicembre 2018, rettificato con D.M. 15 gennaio 2019 (G.U. n. 41 del 18/02/2019) il Ministero dello Sviluppo Economico ha autorizzato tutte le Camere di Commercio della Sicilia, che presentano squilibri strutturali in grado di provocare il dissesto finanziario, all'incremento della misura del diritto annuale per gli anni 2018 e 2019 nella misura del 50% (che si aggiunge a quella già autorizzata del 20% con i due precedenti decreti).

Alla scadenza ordinaria del versamento del diritto annuale 2019 le imprese già iscritte con sedi o unità locali e/o sedi secondarie presso i Registri delle imprese o i R.E.A. tenuti dalle Camere di commercio di Agrigento, Caltanisetta, Messina, Palermo - Enna, Catania –Ragusa - Siracusa (della Sicilia Orientale) e Trapani dovranno versare anche l'integrazione del 50% per l'anno 2018. .

Illustreremo pertanto gli importi distinguendo in due sezioni:

  • nella sezione MISURA FISSA E IMPORTI PREDEFINITI troveranno indicazioni le imprese individuali iscritte sia nella sezione speciale che in quella ordinaria, tutti i soggetti iscritti nel solo repertorio delle notizie economiche ed amministrative (comprese le unità locali e le sedi secondarie di imprese con sede principale all'estero), nonché le società semplici e le società di cui al D.Lgs. n. 96/2001 (società tra avvocati) cui si applica - ancora per quest'anno - un regime transitorio che prevede un importo predeterminato.

  • nella sezione IMPORTI IN BASE AL FATTURATO tutte le altre tipologie di soggetti la cui base imponibile è il fatturato dichiarato su modello IRAP oppure rilevato contabilmente.


Misura fissa ed importi predefiniti


Importi in base al fatturato

 

Informazioni
- - - - - - - - -
Camera di commercio – Taranto
Ufficio delle Entrate

Viale Virgilio n. 152 – 74121 TARANTO
Tel. 099 778 3150 – 099 778 3129 - Fax diretto 099 778 3042
email: dirittoannuale@ta.camcom.it
sito: www.camcomtaranto.gov.it

orari di apertura al pubblico:
dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle 11,00

Aggiornata al 05.06.2019  

 

 

Documenta WORLDPASS Enterprise Europe Network

Interfidi

Borsa Merci Telematica Unimercatorum



Camera di commercio di Taranto - V.le Virgilio, 152 - 74121 Taranto Cod. Fisc. 80005050739 P.IVA 00413460734
 Visualizza le statistiche